Trasmissione telematica dei corrispettivi
Fri, 10/05/2019 - 11:05
root
Printer-friendly versionSend by emailPDF version

Trasmissione telematica corrispettivi:
dal 1° Luglio 2019 addio a
scontrini e ricevute fiscali
 
  Come funziona
 
Con l'introduzione dell'articolo 17 del Decreto Legge 119/2018, che comprende disposizione in materia fiscale, è stato introdotto l'obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi che porterà all'addio di scontrini e ricevute fiscali dal 1° Luglio 2019 per tutti i soggetti con volume d'affari superiore a 400.000 Euro, mentre in via definitiva dal 1° gennaio 2020 con l'adozione di scontrino elettronico per tutti.
 
L'obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi abolirà le altre tipologie di documentazione, ad esclusione ovviamente dei casi in cui sarà il cliente a richiedere l'emissione della fattura elettronica.
 
A cambiare saranno non soltanto gli obblighi di certificazione delle operazioni, ma anche gli adempimenti previsti per i commercianti: lo scontrino elettronico porterà all'abolizione del registro dei corrispettivi e cambierà inevitabilmente anche la modalità di conservazione dei documenti.
 
I vecchi misuratori fiscali non saranno più validi e sarà necessario dotarsi di Registratori Telematici idonei nel rispetto delle specifiche tecniche fornite dall'Agenzia delle Entrate

 Cosa finanzia

Al fine di agevolare l'acquisto o l'adattamento tecnologico dei registratori di cassa, negli anni 2019 e 2020, la normativa riconosce un credito d'imposta pari al 50% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 250 Euro per un nuovo acquisto e di 50 Euro in caso di modifica di un registratore già in uso.

Per poter usufruire dell'agevolazione occorrerà presentare la fattura d'acquisto registrata in contabilità ed il pagamento che dovrà essere obbligatoriamente fatto con mezzi tracciabili. Da sottoporre alla validazione da parte del Commercialista.

 

Contattaci adesso!

Vista l'informativa Privacy estesa e preso atto che il trattamento dei dati verrà effettuato nei limiti imposti dal Regolamento (EU) 2016/679:

Comments