Sysdat Turismo: Adeguamento nuovo tracciato bonifico Sepa
Mon, 21/09/2015 - 15:46
ufficiostampa
Printer-friendly versionSend by emailPDF version

Ti sei adeguato al nuovo bonifico SEPA?
 
Già da alcuni mesi sono disponibili i nuovi strumenti di pagamento da utilizzare per disporre operazioni di bonifico caratterizzate da un insieme di regole condivise dalle comunità bancarie di tutti i Paesi aderenti alla SEPA (Single Euro Payments Area, l'Area unica dei pagamenti in euro).
 
Le banche infatti già dal 1° febbraio 2014 dovevano obbligatoriamente scambiare fra loro i pagamenti adottando la nuova messaggistica ed impegnarsi a riceverla dalle aziende a partire da tale data.
 
Per venire incontro alle esigenze delle imprese nel passaggio alla SEPA, la Banca d'Italia aveva previsto per quest’ultime la possibilità di derogare all'obbligo fino al 1° febbraio 2016, mettendo a disposizione dei servizi di conversione dei tracciati dal formato tradizionale a quello previsto per la SEPA. 
 
La loro adozione non è stata quindi sino ad ora obbligatoria, ma lasciata alla libera volontà degli utilizzatori dei servizi di pagamento nell'ambito di quello che è stato definito come "periodo di migrazione" (1° febbraio 2014 – 1° febbraio 2016).
 
Ora questo periodo sta per scadere; infatti, a partire dal 1° febbraio 2016, i bonifici nazionali dovranno essere definitivamente sostituiti dagli strumenti di pagamento europei: il SEPA Credit Transfer (o bonifico SEPA).
 
Le imprese dovranno necessariamente adeguare i propri sistemi informativi per utilizzare i nuovi formati SEPA basati sugli standard internazionali di colloquio ISO 20022 XML. 
 
Abbiamo progettato e realizzatoattraverso un apposito modulo della procedura di Back-Office, le modifiche tecniche necessarie per il per soddisfare le nuove specifiche tecniche imposte dal Consorzio Bancario Italiano (CBI).
 
 
Compila il form e sarai contattato da un nostro consulente!

 

Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.

Comments